La storia di due leone coraggiosi che si sono ritrovati

Pubblicato il 01/07/2021
Pubblicità

Sheila, il leone, deve ancora incontrarti. Sheila è una splendida leonessa che ha lavorato come animale da spettacolo a feste private per la maggior parte della sua vita. Tuttavia, la sua salute ha cominciato a peggiorare. Il suo custode non era in grado di permettersi i suoi regolari trattamenti veterinari, ma per fortuna è stata salvata dagli attivisti per i diritti degli animali. Triste a dirsi, a quel punto sembrava che Sheila se ne fosse andata troppo. I suoi nuovi custodi sentivano che avrebbero dovuto metterla giù. Fino a quando non è avvenuto un miracolo …

Salvare Sheila

Nel luglio 2009, Sheila è stata uno dei leoni salvati dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti. Quasi tutti i leoni erano in cattive condizioni quell’anno, ma è stato particolarmente terribile per Sheila. Era più leggera dell’aria, fragile e debole. I suoi soccorritori pensavano che non avesse quasi alcuna possibilità, tuttavia, hanno preso una scommessa e l’hanno aiutata comunque. Almeno volevano permetterle di stare meglio.

Salvare Sheila

Salvare Sheila

Una leonessa sofferente

Sheila è stata salvata da un centro di intrattenimento del Texas. Il suo compito era dare al suo datore di lavoro una grande quantità di denaro esibendosi in eventi e feste di alto profilo. In questo centro di intrattenimento, Sheila non era l’unico leone, ma era il leone più coinvolto e sofferente. Il custode di Sheila era stato crudele con i suoi leoni.

Una Leonessa sofferente

Una Leonessa sofferente

Tenuta come una prigioniera

Sfortunatamente, Sheila era stata tenuta prigioniera in Texas per la maggior parte della sua esistenza. Da quando era un cucciolo, era già una leonessa lavoratrice. Ha iniziato a lavorare nel settore dell’intrattenimento e ha partecipato a servizi fotografici da cucciolo. Sheila era un animale selvatico che conduceva una vita domestica, che era ad alta intensità di lavoro, e la sua salute e il suo benessere erano fortemente influenzati.

Un faccino da leonessa

Un faccino da leonessa

Fuori pericolo

Sheila aveva difficoltà con la coordinazione e non riusciva a stare in piedi molto bene da sola. I suoi soccorritori sapevano che i suoi muscoli erano fragili e le causavano problemi mentre camminava. Riusciva a malapena ad alzare la testa per mangiare o bere acqua. Aveva perso completamente l’appetito e il suo desiderio di vivere era completamente svanito. La leonessa era distrutta, ma sarebbe stata tanto forte da resistere?

Quando Sheila fu dichiarata fuori pericolo!

Quando Sheila fu dichiarata fuori pericolo!

Una sopravissuta

Il documentario Blackfish ha recentemente rivelato i pescatori che hanno rubato i piccoli di balena dal mare e li hanno venduti per profitti in luoghi come Sea World. Il background di Sheila è triste, non così insolito. Poiché gli animali sono continuamente sfruttati per il divertimento, quasi tutte queste specie non sono adeguatamente curate e alla fine vivono vite brevi e miserabili. I soccorritori di Sheila avevano sperato che non avrebbe vissuto la stessa disgrazia.

Una sopravissuta alla vita

Una sopravissuta alla vita

Secondo gli esperti

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti ha deciso di affidarla a un’organizzazione per il benessere degli animali chiamata In-Sync Exotics Wildlife Rescue and Education Center poiché Sheila era in condizioni terribili. È un’azienda che aiuta nel recupero e nel trattamento degli animali bloccati. Le notizie non erano buone. In Sync ha detto che se la salute di Sheila non fosse migliorata, avrebbero preso seriamente in considerazione la possibilità di eutanasia.

Secondo gli esperti

Secondo gli esperti

Senza appetito

Sheila è stata portata a In-Sync e lì si è stabilita. Inizialmente non ha risposto bene al trattamento. Tuttavia, i suoi soccorritori erano ansiosi di salvare la vita di Sheila. Né può mangiare il cibo da sola, quindi la squadra si siede per darle da mangiare a mano. “Devo andare a Sheila per due settimane per nutrirla a mano”, ha detto, “porterò le polpette, le ficcherò in gola”. Il fondatore di In-Sync ha detto.

Senza forze e Appetito

Senza forze e Appetito

La leonessa non si stava sviluppando

Sebbene il team di In-Sync abbia fatto del suo meglio per aiutare Sheila, non sembrava che stesse migliorando molto. La sua salute sembrava quasi la stessa di prima del suo arrivo. Un membro di In-Sync ha detto: “Aveva pochissima forza muscolare e quindi, mentre camminava, le sue ginocchia cadevano dal basso”. Questo probabilmente sarebbe stato un viaggio molto difficile. La leonessa non si stava sviluppando, non cresceva e non aveva forza nei propri muscoli.

Sheila non si stava sviluppando

Sheila non si stava sviluppando

Una situazione stressante..

Il personale di soccorso di In-Sync ha precedentemente lavorato con gli animali in circostanze sfortunate, ma non ha mai visto una situazione così stressante. Non potevano aiutare Sheila a stare meglio. Credevano anche che si stesse arrendendo del tutto. Dopo giorni di stanchezza e mancanza di energia, Sheila smise di muoversi. Sembrava che le sue condizioni si stesse deteriorando; vomitava tutto quello che aveva mangiato. Ciò ha reso molto difficile per i soccorritori.

Una situazione molto stressante

Una situazione molto stressante

Una vita dolorosa

Il team In-Sync ha lottato duramente. Hanno fatto tutto il possibile per aiutare Sheila, ma niente sembrava riuscire. Hanno deciso di prendere in considerazione, dopo alcune settimane di duro lavoro, la raccomandazione dell’USDA di sopprimere questo grosso leone. La vita di Sheila è diventata dolorosa e difficile. La squadra ha dovuto fare i conti con il fatto che porre fine alla vita di Sheila sarebbe stata la cosa più gentile da fare.

Una vita dolorosa

Una vita dolorosa

Sheila è stata fantastica!

La squadra non voleva che Sheila morisse. Era un animale meraviglioso che era stato in gabbia per tutta la vita. Le hanno dato la possibilità di vivere la sua vita. Sheila non era come la maggior parte dei leoni. La sua pelliccia, che la distingueva dagli altri grandi felini, era molto bionda. I suoi capelli biondi erano molto apprezzati dal suo ex proprietario. In-Sync era pronto per l’eutanasia di Sheila quando ha ricevuto nuove informazioni.

Una leonessa molto coraggiosa!

Una leonessa molto coraggiosa!

La sua malattia è letale

Questo splendido leone è stato esposto dal team di in-Sync. Sheila era stata segnalata per avere una malattia nota come toxoplasmosi e carenza di vitamina A. Significava che il sangue di Sheila aveva dei parassiti. Per i membri della famiglia felina, la malattia è letale. Ora doveva prendere le sue medicine perché sapevano già cosa le stava succedendo. Doveva curarsi e provare a farzi forza per sopravvivere.

Una malattia letale

Una malattia letale

Se la cura è sbagliata..

L’infezione si verifica comunemente nei leoni è chiamata toxoplasmosi. Questa infezione si verifica quando il sistema immunitario non è sufficientemente forte per prevenire la malattia. Il sistema immunitario di Sheila, con il progredire della malattia, è stato indebolito per anni da un trattamento insufficiente. I segni di toxoplasmosi comprendono ridotta coordinazione, disorientamento, anoressia, letargia, problemi respiratori, ingrossamento dei linfonodi e possibile cecità. Questa malattia può essere letale se non affrontata correttamente e rapidamente.

Se la cura è sbagliata..

Se la cura è sbagliata..

Una terribile malattia

La toxoplasmosi può diffondersi in tutto il corpo a parti come polmoni, occhi e cervello sia nei gatti che nelle persone. Rimane nel corpo per molto tempo che negli esseri umani è visto in sintomi come influenza, dolori muscolari, linfonodi ingrossati e alcuni altri disturbi comuni che potrebbero significare qualsiasi cosa. Tuttavia, negli esseri umani, la malattia è piuttosto lieve. Nel caso di Sheila da leone, la malattia significava qualcos’altro..

Sheila è stata incredibile

Sheila è stata incredibile

Una cura antibiotica

I custodi di Sheila hanno subito iniziato il suo trattamento antibiotico. Ci è voluto un po ‘di tempo per ottenere una prescrizione e Sheila ha iniziato il suo regime antibiotico in ritardo, ma quella era l’unica possibilità per Sheila. Non è facile avere un leone testardo che prende una varietà di antibiotici. Sheila era una sfida, e a volte il team di In-Sync faceva fatica a darle le medicine per un’ora.

Gli effetti della cura

Gli effetti della cura

L’inizio del recupero..

Ha iniziato a sentirsi meglio subito dopo aver iniziato a prendere gli antibiotici. Alla fine poteva camminare e mangiare da sola. Naturalmente, tutti i custodi di Sheila pensavano che la sua salute fosse migliorata grazie ai farmaci che stava assumendo, ma è diventata più sana così rapidamente a causa di una cosa diversa, una ragione per cui nessuno lo sapeva. Sheila ha avuto un’altra forma di trattamento.

Sentirsi già meglio..

Sentirsi già meglio..

Un grande cambiamento

“Sheila ha fatto un notevole miglioramento” , “Ha ripristinato la forza muscolare, deglutendo comodamente, e corre e salta molto.” Ma anche gli amministratori e i custodi che hanno lavorato con Sheila ogni giorno non siamo sicuri del motivo per cui questo gatto, che prima era così fragile, sia riuscito a ottenere questo rapido recupero. La volontà di Sheila di vivere da sola non può essere stata recuperata dagli antibiotici, anche se hanno ragione.

Sheila e i giochi

Sheila e i giochi

I leoni: predatori di natura

Sebbene i gatti si presentino come animali più freddi e, naturalmente, i leoni sono predatori di natura. Anche loro hanno bisogno di essere circondati da un orgoglio, non sono mai animali solitari. Nella foresta i leoni giacciono insieme tutto il giorno, mangiano insieme, giocano insieme e le femmine si uniscono. Dover recuperare al di fuori del proprio habitat naturale non ha reso le cose più facili per Sheila.

Una leonessa giocherellona

Una leonessa giocherellona

Dei vicini adorabili

La struttura in-Sync aveva un recinto separato adiacente all’area in cui rimase Sheila. Qualcuno ha aiutato la leonessa nel recinto vicino a Shiela a sentirsi più felice e più sana. Quando i dipendenti di In-Sync hanno scoperto cosa stava succedendo tra i due compartimenti, sono rimasti scioccati. Continua a leggere e scopri chi era il vicino disponibile di Sheila e perché si è ripresa così rapidamente.

Sheila appena ritrovata

Sheila appena ritrovata

L’incontro con Kahn

Era un leone! Per essere precisi, un leone maschio molto bello. Sheila sembra aver sviluppato una cotta per il suo vicino. Quei due avevano formato un legame molto stretto fin dall’inizio. Sheila è stata in grado di andare avanti così velocemente grazie al suo amore per Kahn. Ora che aveva una relazione con un altro leone, aveva rinnovato la sua voglia di vivere. Anche Kahn aveva un background simile a Sheila.

Kahn, il leone bellissimo

Kahn, il leone bellissimo

Una storia simile alle spalle

Kahn è un leone di sei anni che è stato salvato solo pochi mesi prima del salvataggio di Sheila con In-Sync. Come Sheila, Kahn era un leone che lavorava nell’industria dell’intrattenimento del Texas. È stato anche maltrattato dai suoi conduttori ed era anche in condizioni terribili, proprio come Sheila quando è venuto al centro di soccorso. Forse potevano connettersi così rapidamente perché avevano riscontrato situazioni simili.

La sofferenza negli occhi

La sofferenza negli occhi

Un leone bellissimo

Kahn era un animale da spettacolo, proprio come Sheila. Nelle feste private, era solito intrattenere il pubblico mostrando il suo ruggito o bilanciando le sue due gambe. È stato portato dai suoi proprietari a numerosi eventi in città e talvolta si è impegnato in diversi eventi o festival in un giorno. L’intero viaggio e il duro lavoro lo hanno fatto ammalare, ma nonostante la sua malattia, è stato comunque costretto a esibirsi.

Un leone meraviglioso

Un leone meraviglioso

Kahn era in uno stato terribile

Quando il team In-Sync ha finalmente salvato Kahn, era in uno stato terribile. Era malnutrito e pesava circa 100 libbre sotto il leone medio della sua età. Il suo padrone lo aveva picchiato e sovraccaricato di lavoro. Era bloccato in una piccola gabbia che influiva sulla sua crescita muscolare e sulla sua vulnerabilità. Le sue condizioni lo hanno sconvolto, quindi ha fatto qualcosa di veramente scioccante.

E' stato ritrovato in uno stato terribile

E’ stato ritrovato in uno stato terribile

Abuso sugli animali

L’industria dell’intrattenimento è nota per aver abusato dei suoi animali e approfittando veramente di queste creature. Nel caso di Kahn, era troppo sfruttato dai suoi proprietari. Questi animali selvatici non sono nati per essere creature da spettacolo, e spesso i loro proprietari non hanno i mezzi oi fondi per prendersi effettivamente cura di loro. Gli animali non vengono nutriti con le carni corrette o spesso ricevono alimenti deperibili donati o venduti dai mercati.

Quando gli animali vengono abusati

Quando gli animali vengono abusati

Tanto dolore!

Kahn, il leone, si è masticato la coda per noia e frustrazione a causa del modo in cui è stato gestito e di come era stato costretto a vivere. Aveva completamente gonfiato il bordo della schiena. Se non fosse stato salvato in tempo, si sarebbe ammalato e sarebbe morto. Credeva anche di avere un problema alle ossa, che gli rendeva difficile camminare.

Tanto dolore e sofferenza

Tanto dolore e sofferenza

Pubblicità